Blog: http://ostinataecontraria.ilcannocchiale.it

»Se non sono ottusi non li vogliamo.

...E' quando ascolti i discorsi dei tuoi "compagni di viaggio", quando senti una quarantenne (che si presume essere informata e interessata alle vicende del proprio Paese) che dichiara che "sarebbe di gran lunga meglio che tutte le università diventassero private in Italia, così i rettori saprebbero dove andare a cercarsi i soldi", che ti aggredisce quando le fai notare che in una situazione del genere verrebbe meno il diritto allo studio contemplato nella Costituzione (che, checchè se ne dica, è ancora una Signora Costituzione) e che le fondazioni non farebbero altro che ampliare le lacune presenti nelle università (anche perchè, ditemi voi chi mai verrebbe a finanziare Storia, corso di laurea che per la suddetta quarantenne è totalmente inutile) dicendo che tutti noi (ovvero il milione di manifestanti del 30 ottobre e tutti quelli che avrebbero voluto esserci) siamo male informati, siamo scansafatiche che occupano le università perchè non hanno voglia di studiare (perchè è una porta chiusa che mi impedisce di aprire il mio manuale e studiarmelo, vero?), che in realtà nella riforma "non si parla affatto di fondazioni" e che se proprio dobbiamo manifestare contro qualcosa non le sembra il caso di farlo contro i tagli (discorso un attimino instabile) ma contro i baroni (peccato che la Gelmini, che dice di essere tanto contro di loro non li citi nemmeno ai margini dei fogli i baroni). E' quando senti ripeterti le stesse identiche frasi del tg4 della sera di Emilio Fede, è quando ti senti dire "beh, io sono cresciuta benissimo con il maestro unico" (frase su cui avrei il diritto di dissentire) e non hai la possibilità di farle capire che tu invece sei cresciuta sana e bella (suvvia, si fa per dire) con tre maestri, che forse, forse, un po' ti cadono le braccia e ti chiedi a che diavolo serve stare a lottare, manifestare, incazzarsi e cercare di capire cosa sta succendendo quando questi dannati ottusi male informati, che non hanno mai nemmeno letto il testo del decreto, biasimano in toto gli studenti e sputano sul sistema che loro stessi, volenti o nolenti, hanno sfruttato?

Forse, però, il motivo lo ritrovi, un secondo dopo, quando la signora in parte a te, quando la suddetta quarantenne se ne va infastidita (di solito quelli con pochi argomenti alzano prima la voce e poi i tacchi, o sbaglio?) dal contradditorio che non si aspettava di trovare, prima di salutarti ti fa gli auguri, "perchè a voi che avete voglia di studiare non potranno togliere anche il futuro"...

forse un motivo per sperare c'è ancora...

e poi, ehi, Obama ha vinto! Magari si rende conto che anche l'Italia è un  paese sotto un regime da liberare, chissà...Silvio starà piangendo come pochi in queste ore...

Pubblicato il 5/11/2008 alle 19.0 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web